Il filatoio "Selfstiro universal" FST è adatto a filare qualsiasi tipo di materiale: lana, cashmere, angora, pelo di cammello, tecnofibre, seta, cotone, fibre vergini o rigenerate, in mescola tra loro, in qualsiasi lunghezza, nei titoli medi, fini e finissimi. Esso dispone di due stiri abbinati e differenti che permettono di ottenere con qualsiasi materiale il massimo stiro con ottime caratteristiche di regolarità, resistenza, elasticità e potere coprente. Lo stiro è diviso in due zone indipendenti tra loro. La prima zona di stiro, avente una lunghezza di 470 mm , è dotata di un dispositivo di falsa-torsione con ago ad elica e vibratore a sfere a posizione fissa (brevettato) che conferisce, per la sua concezione, una precisa falsa torsione dai titoli grossi a quelli fini, sia fiammati che bottonati. Il vibratore imprime allo stoppino delle vibrazioni che, facilitando lo stiro, migliorano la qualità del filato. La seconda zona di stiro è formata da tre cilindri (alimentazione, intermedio di controllo, stiro). Aderente a questo cilindro di controllo di grande diametro ruota un tappeto di stiro, comandato dal cilindro stesso tramite un cilindretto di pressione in gomma. Il tappeto di stiro è supportato da una gabbietta, la cui forma è stata studiata per ridurre al minimo la distanza tra il punto di uscita dello stoppino dal tappeto ed il punto di pinzatura del cilindro di stiro, in modo da ottenere stiri elevati e filati ottimi anche con fibre molto corte ed eterogenee. Il fuso è dotato di testa filante con o senza ballon controllato (brevettata). Gli anelli sono sinterizzati per un miglior uso dei cursori in nylon.
La macchina può avere la levata automatica, caricatore e cambio delle cannelle con riattacco degli stoppini automatico, pulitore del sottoincanno, rilevatori presenza filo controlli di produzione ecc..
La testata di comando può essere di tipo meccanico tradizionale o con controllo completamente elettronico di stiri, torsione e banco.